Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dell’impronta degli archivi informatici rilevanti ai fini tributari

Comunicazione all’Agenzia delle Entrate dell’impronta degli archivi informatici rilevanti ai fini tributari

I soggetti che hanno effettuato la conservazione sostitutiva di documenti informatici o i responsabili della conservazione oppure i soggetti eventualmente delegati da quest’ultimi sono tenuti all’invio all’Agenzia delle Entrate della comunicazione dell’impronta dei documenti informatici rilevanti ai fini tributari. La comunicazione dovrà essere inviata utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia entro il quarto mese successivo alla scadenza del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi. 

Il termine previsto per l’invio dell’impronta relativa al periodo d’imposta in corso al 1 gennaio 2012 è il 31 gennaio 2014.

Questa comunicazione deve essere prodotta in formato xml, seguendo lo schema pubblicato nelle specifiche tecniche e secondo quanto dettato dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 25 ottobre 2010. Prima dell’invio telematico le comunicazioni devono essere sottoposte a verifica mediante la relativa procedura di controllo.

Per compilare e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate la comunicazione dell’impronta dei documenti informatici rilevanti ai fini tributari, è necessario:

Le ricevute dei documenti trasmessi sono disponibili nella sezione “Ricevute”. Per ogni documento inviato telematicamente e regolarmente acquisito dal sistema, viene predisposta una comunicazione di avvenuta presentazione. Se, invece, i dati trasmessi non sono corretti, il sistema produce una comunicazione di scarto. Gli utenti Fisconline possono visualizzare e stampare la comunicazione direttamente dal sito web. Gli utenti Entratel devono scaricare il file con le ricevute sul loro computer ed elaborarlo con l’applicazione Entratel.

Tramite apposita funzionalità messa a disposizione dal modulo DokLaw della suite HyperDok è possibile collegare ogni ricevuta alle relative sessioni di conservazione.

 

Le aziende Clienti o Partner che intendono avvalersi del supporto dei Consulenti Edok per la generazione dell’impronta e per l’attività di audit/verifica degli archivi sostitutivi possono fissare l’incontro contattando il commerciale di riferimento ai numeri 0365690019 o 03651995011 oppure all’indirizzo e-mail marketing@edok.it.

 

<DMEF del 23 gennaio 2004> Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di suppporto

<Provvedimento del 25 ottobre 2010> Provvedimento attuativo della comunicazione dell’impronta relativa ai documenti informatici rilevanti ai fini tributari, ai sensi dell’articolo 5 del decreto 23 gennaio 2004 (pubblicato il 27/10/10 ai sensi dell’articolo 1, comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n° 244)

<Prassi>Dal sito dell’Agenzia delle Entrate

<Conservazione sostitutiva>

<Maggiori informazioni>

Comments are closed.