Dal 1 gennaio 2017 la fatturazione elettronica è possibile anche tra aziende private

Dal 1 gennaio 2017 la fatturazione elettronica è possibile anche tra aziende private

Dal 1 gennaio 2017 il formato fatturaPA, utilizzato per trasmettere le fatture elettroniche verso la Pubblica Amministrazione, è stato adeguato per consentire anche la fatturazione elettronica tra privati B2B. Le aziende private possono quindi inviare e ricevere, tramite il Sistema di Interscambio (SdI), le fatture elettroniche formato “xml fatturaPA 1.2” con lo stesso meccanismo utilizzato per inviare le fatture elettroniche alla Pubblica Amministrazione.

Ricordiamo inoltre che ci sarà tempo fino al 31 marzo 2017 per decidere se aderire alla trasmissione telematica dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e alla memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, le due modalità previste, a partire dal 1° gennaio 2017, dal decreto legislativo 127/2015. I contribuenti che adotteranno la trasmissione telematica delle fatture saranno favoriti attraverso vantaggi fiscali:

  • Esclusione dalla trasmissione delle transazioni attraverso lo spesometro;
  • Esclusione dalla trasmissione delle comunicazioni operazioni blacklist;
  • Esclusione dalla trasmissione degli acquisti effettuati da operatori di San Marino;
  • Esclusione dalla trasmissione dei modelli Intrastat;
  • Esclusione dalla trasmissione dei contratti stipulati dalle società di leasing;
  • Diritto a ricevere rimborsi entro i 3 mesi successivi alla presentazione della dichiarazione;
  • Verifiche e controlli e accertamenti fiscali ridotti di 1 anno;
  • Esonero dall’obbligo di apposizione del visto di conformità;
  • Esonero dall’obbligo di registrare le fatture emesse e gli acquisti nell’apposito registro.

 

<Maggiori informazioni>

Comments are closed.