Quando e dove misurare i benefici della dematerializzazione per una piccola azienda?

In un azienda in cui le fatture vengono gestite manualmente: stampate in formato cartaceo, registrate a mano, imbustate una ad una, affrancate e inviate via posta, e di seguito stoccate in archivio o nei magazzini, diventa opportuno affrontare il servizio di dematerializzazione e conservazione sostitutiva. Ciò porterebbe soltanto grossi benefici all’azienda che raggiungerebbe inoltre un rapido tempo di payback.

Se in azienda i processi sono prevalentemente automatizzati, bisogna allora tener conto del volume della documentazione gestita. Per una azienda che si trova a gestire oltre 3.000 fatture l’anno, i benefici saranno rilevanti e ha senso procedere con la dematerializzazione sia del ciclo passivo che di quello attivo.

Comments are closed.