PEPPOL – Cosa è?

PEPPOL (Pan-European Public Procurement OnLine project) è un progetto europeo volto ad unire gli operatori economici  che operano in Europa attraverso la definizione di uno standard.

L’obiettivo è quello di rendere possibile a qualsiasi operatore economico di partecipare senza difficoltà alle gare d’appalto elettronica di una Pubblica Amministrazione di qualsiasi Stato Membro.

Il cuore del progetto si evolve su una rete di nodi, chiamati Access Point, ai quali gli operatori pubblici e privati possono basarsi per comunicare tra loro, in sicurezza, i documenti di eProcurement in formati elettronici unificati. I documenti seguono un particolare iter: il documento viene spedito al nodo appartenente al mittente della rete PEPPOL (Access Point), il quale identifica e valida il documento per poi spedirlo al nodo appartenente al destinatario. Una volta spedito, l’Access Point del destinatario consegnerà il documento alla destinazione finale.

Tramite la rete PEPPOL, gli operatori economici europei e le pubbliche amministrazioni possono gestire in modalità completamente dematerializzata, sicura e standardizzata lo scambio dei documenti relativi al ciclo dell’ordine ovvero documenti contabili come cataloghi, ordini e contratti, fatture, ecc.

PEPPOL – La soluzione Edok

Edok propone una soluzione automatizzata per la gestione dei documenti in formato Peppol fruibile in due differenti modalità:

Servizio in outsourcing

Il servizio ORDINATIVO ELETTRONICO in outsourcing proposto da Edok consente di:

  • acquisire automaticamente dalla piattaforma NSO i flussi di documenti in formato Peppol convertendoli in formati pdf e generando dei flussi per il caricamento dei dati nel sistema gestionale.
  • inviare al servizio flussi di documenti dal sistema gestionale (webservice o ftps) generando ed inviando i flussi in formato Peppol alla piattaforma NSO.
  • tracciare tutte le fasi del processo e acquisire, archiviare ed associare al documento le ricevute e le conferme rilasciate dall’NSO.
  • conservare in modalità digitale a norma di legge i documenti ricevuti e/o inviati.
Scopri il servizio Ordine Elettronico

PEPPOL – Gli obblighi in Italia

In Italia, a seguito della delibera di giunta regionale 287/2015, dal 30 giugno 2016, qualunque fornitore della PA dell’Emilia-Romagna e del Sistema Sanitario Regionale, dovrà essere in grado di ricevere in formato PEPPOL gli ordini ed avrà l’obbligo di inviare i DDT delle proprie forniture nel medesimo formato alla piattaforma regionale Intercent-ER, l’Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici.

DAL 31 GENNAIO 2016

Le procedure di gara per l’acquisizione di beni e servizi effettuate dalla Regione Emilia Romagna, dagli Enti regionali e dalle Aziende sanitarie devono contenere clausole relative all’obbligo per i fornitori di ricevere ordini e inviare documenti di trasporto in formato elettronico tramite NoTI-ER.

DAL 30 GIUGNO 2016

Le Aziende Sanitarie della Regione Emilia Romagna sono tenute a:

  • emettere ordini esclusivamente in formato elettronico;
  • emettere documenti di trasporto indirizzati alle altre Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale esclusivamente in formato elettronico;
  • creare le condizioni tecnologiche per ricevere i documenti di trasporto in forma elettronica.

DAL 01 OTTOBRE 2019

Tutte le pubbliche amministrazioni del Sistema Sanitario Nazionale dovranno, secondo il D.M. 7 dicembre 2018:

  • emettere ordini esclusivamente in formato elettronico;
  • creare le condizioni tecnologiche per ricevere i documenti di trasporto in forma elettronica.