Fatturazione elettronica: importanti novità

Fatturazione elettronica: importanti novità

L’obbligo di fatturazione elettronica alle amministrazioni pubbliche, inizialmente limitato a quei fornitori che fatturano alle PA centrali, è stato esteso anche alle amministrazioni locali.

La legge 22 dicembre 2011 n.214 – conversione con modifiche del decreto “Salva Italia” n. 201/2011 – obbliga a ricevere solo fatture elettroniche tutti i soggetti, anche autonomi, che a norma dell’articolo 1 comma 2 della L. 196/2009 concorrono al perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica (in pratica tutte le PA inserite nel conto economico consolidato dello Stato e individuate entro il 30 settembre di ogni anno da un elenco pubblicato dall’ISTAT).

Tutti i fornitori delle PA, quindi, dovranno dotarsi di idonei sistemi per l’emissione della fattura elettronica. Le Pubbliche Amministrazioni dovranno essere pronte a ricevere e trattare questi documenti elettronici. Per entrambi sorgerà poi l’obbligo della conservazione digitale a norma di tali fatture.

Ricordiamo che, con la Finanziaria 2008 (legge n. 244/2007), era stato previsto l’obbligo di utilizzare la fattura elettronica in ogni rapporto commerciale con l’Amministrazione e gli enti pubblici; di contro, le Amministrazioni Pubbliche interessate dal provvedimento non avrebbero potuto più accettare fatture cartacee. Tale obbligo – ancora non divenuto cogente in quanto siamo in attesa di un decreto che stabilisca nello specifico le procedure operative per l’emissione, la trasmissione e la ricezione delle fatture elettroniche – in un primo momento era previsto unicamente per le pubbliche amministrazioni centrali e solo in seguito sarebbe stato applicabile anche alle amministrazioni locali.

La fattura elettronica – introdotta nel nostro ordinamento con la legge 52/2004 che ha recepito la Direttiva Europea 2001/115/CE del 20 dicembre 2001- dovrà essere utilizzata da un sensibile numero di società e sostituirà la carta nellla fatturazione nei confronti delle PA.

Le misure a favore della dematerializzazione, sia a livello nazionale che europeo, sono sempre di più: ne è un esempio la nuova direttiva europea, la 2010/45/UE del 13 luglio 2010, che richiede agli stati membri di deregolamentare in modo rilevante l’attuale quadro legislativo in tema di fatturazione elettronica.

 

<La news sul sito di ANORC>

<La fattura elettronica>

<La conservazione sostitutiva a norma di legge>

<legge 22 dicembre 2011 n.214>

<Maggiori informazioni>

Lascia un commento