Comunicazione dati fatture emesse e ricevute “Spesometro 2017”: nuova proroga per l’invio del flusso dati.

Comunicazione dati fatture emesse e ricevute “Spesometro 2017”: nuova proroga per l’invio del flusso dati.

Comunicazione dati fatture emesse e ricevute “ex-spesometro”: l’obbligo vigente per tutti i soggetti passivi IVA di trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse e ricevute, le note di variazione e le bolle doganali ha ricevuto una nuova proroga. Rimane invece invariata la scadenza per l’invio della liquidazione Iva dei mesi relativi al secondo trimestre 2017, fissata al 18 settembre.

Il termine per effettuare la comunicazione all’AdE dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre del 2017 non sarà il 18 settembre, ma secondo il Comunicato ufficiale nr. 147 del MEF viene prorogato al 28 settembre 2017.

La richiesta di una proroga, inoltrata dal Presidente del Consiglio Nazionale dei Commercialisti al MEF, ha trovato quindi una risposta definitiva, che allontana i timori di problematiche tecniche e di termini troppo stringenti da parte dei contribuenti. La richiesta era sostenuta principalmente da alcune problematiche tecniche della piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate che non avrebbe garantito il corretto funzionamento della trasmissione dei dati. Inoltre, i nuovi adempimenti fiscali e le novità introdotte (da ultimo il D.Lgs. 50/2017) hanno complicando ulteriormente la situazione, aumentando maggiormente le difficoltà di trasmissione per tutti i soggetti interessati. Queste le principali motivazioni che hanno portato alla proroga.

Per ulteriore chiarezza, vengono riportate le scadenze ad oggi in vigore per la trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute (spesometro 2017) Le scadenze finora previste per il 2017/2018:

Dati fatture emesse e ricevute competenza 2017
Primo semestre entro il 28 settembre 2017
Secondo semestre entro il 28 febbraio 2018

 

Dati fatture emesse e ricevute competenza 2018
Primo trimestre entro maggio 2018
Secondo trimestre entro settembre 2018
Terzo trimestre entro novembre 2018
Quarto trimestre entro febbraio 2019

Tutti i soggetti passivi IVA devono obbligatoriamente:

  • Inviare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle fatture emesse e ricevute, le note di variazione e le bolle doganali;
  • Firmare digitalmente il flusso di dati;
  • Conservare digitalmente a norma di legge.

Aggiornamento news: Lo “spesometro” diventa Light e viene posticipato il termine

<Contattaci per maggiori informazioni>

Comments are closed.