FatturaPA: obbligo generalizzato anticipato al 31 marzo 2015

FatturaPA: obbligo generalizzato anticipato al 31 marzo 2015

Il 6 giugno 2014 scatta l’obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione, c.d. FatturaPa, per i fornitori che emettono fatture nei confronti della Pubblica Amministrazione Centrale: Ministeri, Agenzie Fiscali, Scuole Pubbliche, Enti Nazionali di Previdenza ed Assistenza sociale (ad esempio, INPS, INAIL e Enasarco). Per maggiori informazioni sulla FatturaPa cliccare qui.

Il Decreto Legge del 24 aprile 2014, n. 66 (cosiddetto “decreto Irpef“) contiene alcune novità importanti sulla Fatturazione Elettronica verso la PA:

  • Obbligo generalizzato il 31 marzo 2015 : l’obbligo di fatturazione elettronica scatta per tutte le Pubbliche Amministrazioni, incluse le PA locali come Regioni, Province, Comuni, Comunità Montane, ASL, etc. il 31 marzo 2015 (precedentemente il termine era fissato per il 6 giugno 2015).
  • CIG e CUP obbligatori: le fatture elettroniche emesse verso le Pubbliche Amministrazioni – FatturaPA – devono obbligatoriamente riportare il Codice identificativo di gara CIG (tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla legge 13 Agosto 2010, n. 136) e il Codice unico di Progetto CUP  (in caso di fatture relative a opere pubbliche, interventi di manutenzione straordinaria, interventi finanziati da contributi comunitari e ove previsto ai sensi dell’art. 11 della Legge 16 gennaio 2003, n. 3). Le pubbliche amministrazioni non possono procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i codici Cig e Cup laddove questi sono obbligatori.

Le soluzioni

Le soluzioni Edok, in house o in outsourcing, consentono il dialogo con il Sistema di Interscambio (Sdi) e integrano nativamente i servizi di firma digitale, di posta elettronica certificata e di conservazione a norma di legge richiesti per lo svolgimento della procedura.

Le soluzioni Edok comportano un bassissimo impatto sui sistemi informativi in uso, sia che si tratti di un fornitore che deve inviare la FatturaPA rispettando i nuovi parametri, sia che si tratti di una Pubblica Amministrazione che necessita di dialogare con il Sistema di Interscambio e conservare a norma la FatturaPA. La soluzione può essere erogata in modalità Cloud tramite i servizi Edok in outsourcing con un costo determinato dal livello di utilizzo oppure implementata “in house” sfruttando le funzionalità delle piattaforme software HyperDok e HyperDokPA.

Le soluzioni proposte da Edok sono in grado di:

  • Generare flussi di FatturePA partendo da informazioni che risiedono in tabelle del database del sistema gestionale aziendale.
  • Gestire file XML correttamente creati da altre procedure software provvedendo a firmarli digitalmente.
  • Gestire file XML correttamente creati e firmati digitalmente da altre procedure software.
  • Gestire l’invio della FatturaPA al SdI tramite PEC e le relative ricevute PEC. Questo è l’unico canale che non richiede un accreditamento e quindi un accordo tra fornitore e SdI
  • Gestire le ricevute rilasciate dallo SdI tracciando l’esito dell’invio della FatturaPA tramite un apposito cruscotto.
  • Conservare a norma di legge la FatturaPA e la documentazione ad essa legata (es. ricevute PEC relative all’invio o ricevute rilasciate dal SdI).

<Maggiori informazioni>

<FatturaPA>

<Sito istituzionale FatturaPA>

<Articolo Sole24Ore>

Comments are closed.