Fatturazione elettronica carburanti: proroga parziale

Fatturazione elettronica carburanti: proroga parziale

La fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti per motori a trazione, con molta probabilità verrà affiancata dalle schede carburante fino al 2019.

Questo è quanto si apprende dal confronto tra il ministro dello Sviluppo economico e Lavoro e le federazioni dei gestori degli impianti di distribuzione dei carburanti. Lo slittamento  sarà inserito in un decreto legge che sarà varato dal prossimo Cdm.

La fattura elettronica diventerà obbligatoria anche per i carburanti a partire dal 2019 ma fino a tale data sarà in vigore il doppio binario di cartaceo ed elettronico, grazie alla probabile proroga della scheda carburante, precedentemente abolita a partire dal 1° luglio 2018 per effetto delle novità introdotte in Legge di Bilancio.

L’anticipo della fatturazione elettronica al 1° luglio 2018, oltre alle cessioni di carburante, riguarda anche la fattura elettronica per i sub appaltatori con rapporti  “diretti” con il soggetto titolare del contratto di pubblica amministrazione.

La probabile proroga in questione non riporta quest’ultima casistica parlando solamente di uno slittamento al 2019 della fatturazione  elettronica per i carburanti.

Aggiornamento del 28 giugno:  il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n.7 del 27 giugno informa che è stato approvato il provvedimento, che rinvia al 1° gennaio 2019 l’entrata in vigore dell’obbligo, previsto dalla legge di bilancio 2018 (legge 27 dicembre 2017, n. 205), della fatturazione elettronica per sola la vendita di carburante a soggetti titolari di partita IVA presso gli impianti stradali di distribuzione. Sono esclusi dalla proroga  alcune operazioni (es. acquisti effettuati con carte carburante, rifornimento cisterne private, etc.) per i quali la fatturazione elettronica sarà obbligatoria dal 01 luglio.

L’obbligo permane al 01 Luglio anche per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nell’ambito degli appalti pubblici.

Rimaniamo quindi in attesa che il provvedimento di proroga possa arrivare quanto prima in Gazzetta Ufficiale con tutti i chiarimenti opportuni.

Comments are closed.