Prorogato al 31 marzo 2017 il termine per esercitare l’opzione della fatturazione elettronica fra privati

Prorogato al 31 marzo 2017 il termine per esercitare l’opzione della fatturazione elettronica fra privati

Ci sarà tempo fino al 31 marzo 2017 per decidere se aderire alla trasmissione telematica dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e alla memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, le due modalità previste, a partire dal 1° gennaio 2017, dal decreto legislativo 127/2015.

Lo ha deciso l’Agenzia delle Entrate per consentire a contribuenti e intermediari un’accurata valutazione sull’opportunità di esercitare l’opzione che che vincola il contribuente per cinque anni. Le modifiche sono contenute nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con protocollo 212804 del 1 dicembre 2016.

Per quanti intendono avvalersi dell’opzione relativa alla trasmissione dei dati, inoltre, è possibile modificare i flussi informativi trimestrali entro 15 giorni dalla scadenza del termine previsto in relazione alla trasmissione dei dati trimestrali.

I contribuenti che adotteranno la trasmissione telematica delle fatture saranno favoriti attraverso vantaggi fiscali, indicati dal Dlgs n. 127/2015. Per maggiori informazioni consultare la news Fatturazione Elettronica tra privati: i vantaggi per le aziende.

La proroga è valida solo per il 2017, a regime la scelta deve essere effettuata entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno che precede quello di inizio della trasmissione dei dati delle fatture ovvero quello di inizio della memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi.

 

<Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con protocollo 212804 del 1 dicembre 2016>

<Fatturazione Elettronica tra privati: i vantaggi per le aziende>

<Nuovo formato fattura elettronica 1.2 dal 1 gennaio 2017>

<Maggiori informazioni>

 

 

Comments are closed.