Addio carta nella PA digitale

Addio carta nella PA digitale

Addio carta nella PA, Lisi: “Il rinvio è un bug normativo e sta facendo danni”

L’Avvocato Lisi cerca di fare chiarezza sulla situazione relativa al “digital first” nelle Pubbliche Amministrazioni. Il “digital first” è partito e le PA italiane dovrebbero adeguarsi, ma l’effetto degli annunci governativi invece ha fornito pesanti alibi a tante PA che vogliono evitare di adeguarsi alla digitalizzazione o farlo il più tardi possibile

L’analisi del testo ci rivela le sue ambiguità e dettaglia la situazione odierna delle Pubbliche Amministrazioni.

Prosegue Lisi: “Possiamo supporre che la sospensione riguardi solo e soltanto la parte relativa agli obblighi di fascicolazione informatica per le PA. Una vera sospensione delle regole tecniche non può esserci oggi e non c’è mai stata” [..] “Quella che abbiamo sotto gli occhi è una vera e propria follia normativa, e pur volendo credere nelle buone intenzioni che l’hanno generata, essa sta danneggiando seriamente le pubbliche amministrazioni italiane e soprattutto quelle che in questi anni, faticosamente, stavano avviando processi reali di digitalizzazione documentale. Queste ambiguità normative non fanno che fornire pretesti a chi passa il tempo a mettersi di traverso all’innovazione digitale.”

Per approfondire ulteriormente l’argomento, Anorc ha riportato l’intervento dell’Avv. Andrea Lisi.

Al seguente link la versione integrale dell’articolo.

Comments are closed.